domenica 14 agosto 2016

Vasetto in tiglio

Si, sono trascorsi davvero tanti mesi dal mio ultimo lavoro, ma ultimamente sono stato piuttosto impegnato, anche perché sto organizzando il mio imminente matrimonio, quindi penso di poter essere scusato!

In effetti ho sentito la mancanza dell'intaglio, perché aiuta davvero a staccare dal lavoro e a rilassarmi, per cui ho deciso di riprendere in mano i miei coltellini per fare qualcosa di nuovo...

Ho acquistato su internet un vasetto tornito in tiglio. Purtroppo io non possiedo un tornio, quindi sono costretto ad utilizzare oggetti già pronti. Spero un giorno di avere la possibilità di prenderne uno, anche piccolo, così potrò farmi da solo questi oggetti.

Questo è il vasetto che ho acquistato:


Ho iniziato con il coperchio. Dopo avere trovato uno schema su internet che mi piaceva ho provato a riportarlo sul legno, ma qui sono cominciati i problemi...

Lo schema è ovviamente circolare, ma il coperchio non è piatto, per cui stampare il disegno e provare a ricopiarlo con la carta grafite ha portato ad un primo risultato davvero approssimativo.

Dopo averci meditato un po' sopra ho scelto di realizzare con la stampante 3D uno stencil che riproduce una parte dello schema (formato da 12 settori identici). Stampandolo molto sottile resta flessibile ed il fatto di essere solo un dodicesimo del disegno fa si che riesca ad adattarsi bene alla curvatura.

Questo è lo stencil che ho stampato:


Come potete vedere si adatta benissimo alla forma del coperchio. Ovviamente ho dovuto svitare il pomello in cima per utilizzare lo stencil.
Utilizzando una matita molto appuntita, il risultato è uno schema quasi perfetto:


Avrei ovviamente potuto utilizzare anche una sagoma in cartoncino, ma c'era il rischio che durante l'uso si rovinasse, perdendo la forma o decentrandosi. Con la plastica questo pericolo è praticamente nullo.

Essendo la prima volta che ho iintagliato una superficie non piana, ho trovato qualche difficoltà all'inizio, ma poi ci ho preso la mano ed è andata abbastanza bene.

Questo è il risultato dell'intaglio:


Per la finitura ho dato una mano di olio di lino per fare risaltare il legno e poi ho terminato con alcune passate di gommalacca a pennello:


Il pomello, pur essendo stato trattato con lo stesso metodo ha mantenuto un colore più chiaro. Questo è probabilmente dovuto sia alla lavorazione che all'orientamento delle venature. Non lo considero un problema, anzi fornisce una nota di contrasto che mi piace.

Ora penserò al corpo del vasetto. Per ora sto cercando un disegno che mi piaccia e che stia bene con quello del coperchio. Quando lo avrò terminato pubblicherò l'intero vaso per farvelo vedere.

1 commento:

  1. Sei bravissimo! Il risultato finale è strepitoso...vorrei saper lavorare il legno così anche io. Per ora mi limito a lavori più semplici...

    RispondiElimina