domenica 14 maggio 2017

Piattino in kolrosing

Come avevo anticipato nel post precedente, ho realizzato un altro piattino, sempre da utilizzare come sotto bottiglia. Questa volta ho utilizzato la tecnica del kolrosing.

In effetti non ho utilizzato la tecnica propriamente classica, ma ho fatto qualche piccola variazione che spiegherò meglio nel dettaglio durante la descrizione del lavoro. Il motivo principale è la mancanza di un coltello appositamente realizzato per questo tipo di incisione.

La differenza principale tra i coltelli da intaglio che utilizzo di solito e quelli per il kolrosing è l'angolo di affilatura.
I coltelli da intaglio devono tagliare con precisione per poter rimuovere piccoli pezzi del legno e per questo motivo hanno un angolo di affilatura molto piccolo (quelli che utilizzo sono di circa 15°).

Al contrario i coltelli per il kolrosing devono incidere il legno senza rimuovere niente. Devono semplicemente scavare un solco da riempire con polvere colorante (di solito si usa il caffè, ma qualunque polvere fine con un colore che contrasta con la base di legno va bene). L'affilatura in questo caso deve consentire di separare il legno, per cui si va dai 30° ai 45° circa.

Proseguiamo con la descrizione del piattino. Il pezzo di legno è identico al precedente, quindi circa 11cm di diametro.


Prima di procedere con il vero e proprio lavoro di incisione, ho preparato il pezzo.

Innanzitutto l'ho reso il più liscio possibile. Per fare ciò ho prima utilizzato della carta vetrata, prima media e poi fine. In seguito ho bagnato il pezzo di legno e l'ho lasciato asciugare. In questo modo le fibre del legno si sono leggermente sollevate e questo mi ha consentito di effettuare un ulteriore passaggio con la carta vetrata fine.

Avere il pezzo il più levigato possibile è importante quando si esegue il kolrosing, perché in caso contrario la polvere colorata rischia di restare incastrata tra le fibre più piccole, sporcando il risultato finale.

Il successivo passaggio di preparazione è stato dare una leggera mano di olio per sigillare il legno e migliorare così ulteriormente l'aspetto finale.
Bisogna ricordarsi che il kolrosing utilizza una polvere molto fine per evidenziare dei tagli sul legno e se questo ha anche una minima imperfezione nel risultato finale sarà visibile. Per questo è meglio perdere un po' di tempo a preparare il pezzo.

Adesso viene il primo problema... Il disegno scelto è un po' intricato e non lo si può disegnare a mano libera direttamente sul legno, ma la carta grafite non è utilizzabile sul legno dopo la passata di olio...

La soluzione è di fissare al legno il disegno fatto su carta per utilizzarlo come guida:


Con il coltello ho poi seguito i contorni. Ho evidenziato con una matita rossa le parti fatte man mano che proseguivo il lavoro, per evitare di passare su segni già presenti:


Terminate le incisioni ho fatto una prima passata con il caffè per evidenziare le incisioni:


Le incisioni sono a malapena visibili. Questo è dovuto all'affilatura del coltello, come spiegato sopra.

Per questo motivo ho effettuato un secondo passaggio di incisione. La tecnica originale prevede un solo passaggio, ma per poter evidenziare il disegno ho dovuto per forza reincidere tutto, per andare più in profondità e quindi allargare leggermente i solchi lasciati dal coltello.

Incidere nuovamente il disegno è "pericoloso" perché le possibilità di fare errori sono alte ed è necessario quindi prestare molta attenzione, per non rischiare di rovinare il risultato finale.
Terminato il secondo passaggio è venuto il momento di una seconda e definitiva passata con il caffè:


Ecco il risultato dopo avere rimosso l'eccesso di caffe, subito prima della pulitura finale:


Ed infine il piattino terminato, dopo  la pulizia con olio vegetale che oltre a proteggerlo da eventuali altri liquidi con i quali verrà in contatto, sigillerà la polvere di caffè all'interno del legno rendendo il disegno permanente:


Pur non essendo perfetto (sono presenti alcuni errori causati dal secondo passaggio con il coltello), questo oggetto realizzato con la tecnica del kolrosing mi ha dato davvero una grande soddisfazione!

Nessun commento:

Posta un commento